Il corso “La Fisica del Karate” al Liceo Fermi A.S. 2017/2018

FK-Fermi1718-A6Si è concluso il corso di fisica del karate al Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” di Ragusa, tenuto dal prof. Gianino in collaborazione con il M° Tonino Giannì. I corsisti oltre ad affrontare lo studio della storia e dei principi del karate, si sono anche cimentati in palestra nella pratica del karate, eseguendo esercizi di Taiso Nei-do, alcuni semplici Khion e delle tecniche in coppia. Una delle finalità del corso era quello di fare acquisire agli studenti delle competenze nell’uso del software di modellizzazione Tracker per l’analisi dinamica di fenomeni fisici, con particolare riferimento allo studio delle tecniche di karate. Gli studenti hanno analizzato, con Tracker, alcuni video di tecniche eseguite dal M° Giannì, valutando le caratteristiche cinematiche: tipo di movimento, traiettoria, velocità e accelerazione e hanno anche fatto delle stime di energia sviluppata nell’impatto con un sacco. Seguono alcuni momenti del corso: in palestra con il M° Giannì in palestra e in laboratorio di informatica, dove gli studenti si stanno cimentando con l’analisi del moto con Tracker.

 

Avvio del corso “La Fisica del Karate” al Liceo Fermi di Ragusa

Da lunedì 5 di marzo sarà avviato il corso di Fisica del Karate al Liceo Fermi di Ragusa, in collaborazione con il Dipartimento di Fisica e Astronomia di Catania e il Dojo Karate-do Shotokan ASD di Ragusa. Al corso sono iscritti 18 studenti, sono previsti 5 incontri per un totale di 10 ore, con il seguente programma:

giorno ora Attività luogo
5/03/2018 15:30-17:30 Il Karate e la fisica del Karate Sede Centrale
7/03/2018 17:00-19:00 Pratica di karate Palestra Moro B
14/03/2018 17:00-19:00 Pratica di karate Palestra Moto B
21/03/2018 17:00-19:00 Il software Tracker  Lab. Informatica
23/03/2018 15:30-17:30 Analisi delle tecniche di karate con Tracker Lab. Informatica 

 

Conferenza Interattiva Orientamento del Liceo Fermi (11/01/2018)

FK-ConfInt11012018-B2Grande successo ha avuto la conferenza interattiva tenuta dal prof. Gianino al presso l’auditorium della sede centrale del Liceo Scientifico Statale “E. Fermi”. La peculiarità di questa conferenza e che il relatore è anche un animatore che coinvolge la platea in esperimenti nei quali il corpo diventa sia l’oggetto di studio e sia l’apparato di misura. Gli studenti che hanno partecipato all’evento, analizzando la fisica applicata nelle tecniche di karate hanno sperimentato con il loro corpo leggi e grandezze fisiche. Spingendo un carrello si è sperimentata l’inerzia dei corpi, passeggiando e correndo l’accelerazione e la velocità, sfidando l’equilibrio il baricentro e così via. La conferenza è stata organizzata nell’ambito dell’orientamento in entrata del Liceo Fermi, in quanto il progetto “La Fisica del Karate” è uno dei fiori all’occhiello di questo Liceo. Hanno partecipato una cinquantina di studenti di scuole medie accompagnati dai loro genitori.

Fisica del Karate allo stage nazionale SKI-I

Si è parlato anche di baricentro, equilibrio e gestione del proprio baricentro negli spostamenti, nel recente stage nazionale di karate della Shotokan Karatedo International – Italia, diretta dal M° Masaru Miura, cintura nera 9° dan. Lo stage si è tenuto nei giorni 1-2-3 dicembre, presso Igea Marina ed ha coinvolto quasi 300 karateka. L’intervento sulla fisica del karate è stato tenuto dal prof. Gianino in collaborazione con il M° Giannì. (nella foto da sinistra a destra il M° Tonino Giannì, Shihan Masaru Miura e il prof. Concetto Gianino)

Attività anno scolastico 2017/2018

La Fisica del Karate riparte quest’anno con due conferenze interattive rivolte agli studenti dell’ultimo anno delle scuole secondarie di primo grado (scuole medie), nell’ambito dell’orientamento in ingresso del Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” di Ragusa, con un laboratorio di potenziamento rivolto agli studenti del secondo e terzo anno dello stesso Liceo, nell’ambito del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) e del Piano nazionale Lauree Scientifiche (PLS) del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’università di Catania. Nelle conferenze interattive verrà presentata l’attività didattica e gli studenti non saranno dei semplici spettatori, ma saranno coinvolti in esperimenti riguardanti la fisica del movimento del corpo umano e in particolare del gesto marziale e atletico. Invece, nel laboratorio verrà affrontato lo studio e l’analisi cinematiche di tecniche di karate tramite l’ausilio di un software di modellizzazione. Inoltre, tramite una convenzione siglata con l’associazione sportiva dilettantistica Dojo Karate-do Shotokan di Ragusa, nostra partner, la fisica del karate avrà un ruolo importante nella conduzione della materia curriculare Discipline Sportive, per una prima classe e le terze e quarte classi nel corso Liceo Scientifico Sportivo. 

In particolare le suddette attività si svolgeranno:

FK-XXVISettCultSciTecn2016-A7Conferenza interattive, presso l’auditorium della sede centrale del Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” di Ragusa:

Giovedì 21 dicembre 2017, dalle 16:30 alle 17:30

Giovedì 11 gennaio 2018, dalle 16:30 alle 17:30

le conferenze saranno su prenotazione da parte dei genitori degli studenti di scuola media al seguente link: http://goo.gl/M1bVZM

 

 

Laboratorio “Studio e analisi cinematiche di tecniche di karate”

fk-1415-f7

Periodo: febbraio-marzo 2018

 

Studenti del secondo e terzo anno del Liceo “E. 

 

Fermi” di Ragusa, saranno coinvolti in un progetto PTOF che prevede l’analisi dei dati sperimentali di tecniche di karate riprese con la videocamera e tramite il software di modellizzazione Tracker

 

Studio del karate come disciplina sportiva. 

FK-XXVISettCultSciTecn2016-C2

In collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Dojo Karate-do Shotokan di Ragusa, grazie alla fruttuosa collaborazione con il Liceo Scientiifco “Fermi” di Ragusa nell’ambito del PLS-Fisica, da quest’anno si introdurrà lo studio del Karate come disciplina sportiva, in una prima classe e nelle terze e quarte classi della sezione sportiva del Liceo Fermi di Ragusa. Grazie al nostro contributo, lo studio sarà svolto non solo sotto il profilo storico-culturale e sportivo, ma anche con riferimenti alla fisica del karate.